Area riservata & Newsletter
Registrati
Dimenticato Password?
L'Associazione
Chi è Giampiero Arci
Chi è
La vita e i progetti
A lui sono dedicati
Hanno detto di lui
L'Associazione
Origini
Costituzione
Statuto
Il perchè esistiamo
Missione
Cosa facciamo
Le Borse di Studio
Lo Sportello del Diritto
Una Finestra sull'Europa
Le Attività Sportive
Le nostre Attività
La Consulenza
Comunicazione
Rassegna Stampa
La Voce dell’Associazione
Eventi
Testimonianze
Dicono di noi
Video
Galleria Fotografica

L'Associazione L'Associazione
Statuto

Per leggere lo statuto, è indispensabile avere ACROBAT READER

Consulta lo statuto
 



ART.1

L’Associazione “Giampiero Arci - Società civile”,  più brevemente “Giampiero Arci”  e/o “Società civile, é costituita con la finalità di onorare la memoria dell’On. Giampiero Arci, sviluppando la conoscenza, la diffusione e la prosecuzione del suo impegno civile, sociale e politico-culturale a beneficio della collettività.
 

ART. 2

L’Associazione ha sede in Roma  e  può istituire rappresentanze ed uffici in tutte le località Italiane ed all’estero.

Al logotipo dell’ associazione “Giampiero Arci/Società civile” può essere accompagnato  un marchio grafico ratificato dal Comitato Esecutivo.


ART.3

L’Associazione non ha finalità di lucro ne’ di confessione.

Gli scopi dell’Associazione sono:

• incoraggiare, promuovere, finalizzare, realizzare una Società più umana e più libera nella prospettiva dei più avanzati traguardi di giustizia sociale del lavoro e di rispetto della libertà;

• divulgare e promuovere movimenti politici, di opinione e sindacali, con possibilità di aderire agli stessi, suscitando azioni popolari indirizzate alla soluzione dei problemi dei cittadini;

• organizzare gruppi di lavoro a livello scientifico su problemi politici, economici, sindacali, religiosi, educativi, sanitari e culturali in genere, nonché corsi di formazione, qualificazione e di specializzazione e borse di studio;

• predisporre centri di documentazione, a servizio dei cittadini e degli Associati;

• provvedere all’acquisto e alla distribuzione di pubblicazioni, edizioni fonografiche, audiovisivi, materiale vario di interesse degli Associati e non;

• svolgere manifestazioni, convegni, dibattiti, seminari e incontri di ogni tipo per il raggiungimento e la diffusione dei propri obbiettivi;

• garantire consulenza ed assistenza tecnica culturale e professionale anche ai non soci;

• stipulare convenzioni con enti pubblici e privati per la gestione di seminari e convegni e di quant’altro fosse utile sempre nell’ ambito dei propri scopi istituzionali;

• favorire la nascita di Enti e gruppi che si propongono scopi analoghi al proprio, sostenendo la loro attività. collaborando con essi tramite gli opportuni collegamenti ed anche favorendo la loro adesione all’ Associazione. 

• promuovere strutture sociali, culturali e sanitarie volte al miglioramento della vita degli individui.


Essa potrà inoltre svolgere, sostenere e valorizzare la funzione sociale di volontariato e solidarietà. Potrà favorire:

• la promozione di attività sportive nelle varie specialità, la promozione e il coordinamento di attività  ricreative e culturali  la promozione di attività  di assistenza in generale nell’ interesse della Comunità e dei propri associati.

• la promozione, l’organizzazione, il supporto e lo sviluppo delle manifestazioni in occasione di celebrazioni, in particolare curando l’organizzazione di conferenze, seminari, tavole rotonde, mostre ed esposizioni.

Potrà inoltre tutelare e valorizzare il patrimonio artistico, culturale, storico  e ambientale con particolare riguardo alla salvaguardia della salute (art. 32 Cost.).

L’ Associazione potrà inoltre aderire a partiti politici, movimenti di opinione, comitati referendari, circoli, associazioni sindacali e altre associazioni nonché a Fondazioni costituite o costituende, assumendone, in tal caso, anche il ruolo di sostenitore benemerito e stabilendo, a tal fine, l’ entità del sostegno economico annuale.

Per il raggiungimento di dette finalità l’Associazione potrà poi collaborare o aderire a qualsiasi ente pubblico o privato, locale, nazionale o internazionale, nonché collaborare con organismi, movimenti o associazioni coi quali ritenga utile avere collegamenti.

L’Associazione potrà inoltre ricevere contributi e sovvenzioni di qualsiasi natura da chiunque ed anche da enti locali, quali ad esempio: Comune, Provincia o Regione, nonché da enti nazionali ed internazionali, offrendo la propria assistenza e consulenza in ognuno dei campi in cui svolge la propria attività. Tali scopi potranno essere realizzati anche con l’ adesione di altri Enti pubblici o privati anche se non legati da vincoli di associazione.


ART.4

L’Associazione ha durata illimitata.
 

ART.5

Nell’ Associazione si distinguono i Soci fondatori ed i Soci ordinari, Soci onorari, Soci benemeriti, Soci sostenitori.


Sono Soci fondatori quelli risultanti dall’atto costitutivo. Il comitato Esecutivo può in ogni momento attribuire ad altri Soci le prerogative attribuite ai Soci fondatori per un periodo di tre anni. Dopo tale periodo l’eventuale revoca dovrà essere comunicata all’interessato entro il 1° dicembre dell’ultimo anno d’incarico, altrimenti viene confermato con la formula del silenzio-assenso.


Sono Soci onorari coloro che in virtù della propria autorevolezza morale, professionale o pubblica danno lustro con la loro adesione e presenza alla Associazione. Il Presidente rivolge la proposta  a persone da lui stimate. La successiva nomina da parte del Presidente ed accettazione da parte dell’interessato saranno attuate su documentazione cartacea.


Sono Soci benemeriti coloro che, in virtù delle proprie conoscenze specialistiche,  dell’esperienza pratica e dell’assidua frequenza,  sostengono l’attività dell’Associazione e la valorizzano. La carica di Socio benemerito scaturisce da una proposta che il Presidente rivolge a persona di sua fiducia. La successiva nomina da parte del Presidente e accettazione da parte dell’interessato, saranno attuati su documentazione cartacea. Il Socio benemerito ha diritto di voto solo nell’Assemblea dei Soci, ma può partecipare a pieno titolo come uditore e senza diritto di parola a qualsiasi riunione del Comitato Esecutivo o di altro organismo dell’Associazione. La carica di Socio Benemerito è rinnovata ogni anno per tacito assenso del Presidente, in caso contrario sarà cura del Presidente avvisare con Racc. R.R. l’interessato della sopraggiunta variazione del ruolo associativo.


Sono Soci sostenitori coloro che offrono all’Associazione donazioni, mobili o immobili. Hanno diritto di voto nell’Assemblea dei Soci e possono far parte del Consiglio Scientifico. 


Possono essere citati pubblicamente, con il loro consenso, per i loro meriti nei confronti dell’Associazione.


Sono Consiglieri del Comitato Scientifico coloro che in virtù del loro alto livello culturale o professionale si riuniscono su proposta del Consiglio Esecutivo per elaborare insieme quanto richiesto. La carica di Consigliere, accettata e svolta liberamente, volontariamente e gratuitamente, può essere ricoperta anche da persone non associate. La suddetta carica scaturisce da una proposta che il Presidente rivolge a persone di sua fiducia. La successiva nomina da parte del Presidente e accettazione da parte dell’interessato saranno attuate su documentazione cartacea.


I Consiglieri  che sono anche Soci godono di tutti i diritti e doveri dell’Associazione, altrimenti svolgono il loro ruolo di Consigliere senza alcun diritto e dovere associativo.


ART.6

Possono essere Soci dell’Associazione persone fisiche interessate, nonché Enti di qualsiasi natura che svolgono attività analoga o connessa a quella propria, ovvero utili in qualsiasi modo agli scopi dell’Associazione.


ART.7

Per essere ammesso a Socio occorre presentare domanda al Comitato Esecutivo e versare la quota d’iscrizione deliberata di anno in anno dal Comitato stesso.

Sull’ammissione a Socio il Comitato Esecutivo delibera con maggioranza di almeno due terzi dei componenti.

Le decisioni del Comitato Esecutivo sono inappellabili e non necessitano di motivazione.


ART.8

Può essere escluso il Socio che commette azioni pregiudizievoli agli scopi o al patrimonio dell’ Associazione. Può essere altresì escluso per indegnità o per svolgimento di atti contrari ai fini istituzionali dell’ Associazione. Il Comitato Esecutivo decide sull’esclusione del Socio con le stesse modalità indicate per l’ammissione.


ART.9

Sono organi dell’ associazione:

• l’ assemblea dei soci,

• il Comitato Esecutivo,

• il Presidente dell’ Associazione.

• Il Comitato Scientifico


ART.10

L’Assemblea, tanto ordinaria che straordinaria, e’ convocata dal Presidente con apposito invito comunicato sette giorni prima.


L’Assemblea e’ costituita da tutti i Soci in regola con il versamento delle quote.


Ogni Socio puo’ rappresentare, con il diritto di voto, un solo altro Socio con delega scritta.


L’Assemblea ordinaria si riunisce una volta all’ anno per l’ approvazione del bilancio consuntivo e preventivo; per la nomina delle cariche sociali; per deliberare su tutti gli argomenti di ordinaria amministrazione.


Essa delibera: in prima convocazione con la presenza di almeno meta’ dei soci aventi il diritto di voto ed una maggioranza assoluta del presenti; in seconda convocazione a maggioranza assoluta dei presenti qualunque ne sia il numero.


L’Assemblea straordinaria puo’ essere convocata quando il Comitato Esecutivo lo ritenga necessario per deliberare su quanto segue: 


modificare il presente statuto e relativi regolamenti e anticipato scioglimento, o per quanto stabilito dalla legge.


Per la validita’ delle delibere in sede straordinaria valgono le medesime norme dell’ Assemblea Ordinaria riportate in precedenza.


Non sono ammessi voti per corrispondenza.


Le deleghe sono ammesse soltanto tra soci e con un massimo di una per Socio.


Le deliberazioni prese a maggioranza sono vincolanti anche per la minoranza, salvo il diritto di recesso dei singoli soci.


L’ Assemblea e’ presieduta dal Presidente, e nomina altresì  un Segretario, anche non socio.


Il verbale dell’ Assemblea viene firmato dal Presidente, e dal Segretario.


ART.11

L’Associazione e’ retta da un Comitato Esecutivo che ha l’ Amministrazione Ordinaria e Straordinaria dell’ Associazione.


Il Comitato Esecutivo e’ composto da un numero di membri variabile da due a cinque, secondo la determinazione dell’Assemblea all’ atto della nomina, scelti sempre tra i soci fondatori.


L’Assemblea determina anche la durata in carica del Comitato Esecutivo.


I membri del Comitato Esecutivo sono rieleggibili.


Il Comitato esecutivo elegge tra i suoi membri un Presidente che rappresenta legalmente l’ Associazione di fronte a terzi ed in giudizio nonche’ davanti a tutte le Autorita’ amministrative e giudiziarie ed ha l’ uso della firma sociale, nonche’ un Segretario od un Tesoriere. Tali nomine possono effettuarsi anche in sede di Assemblea costituente. Il Comitato Esecutivo o il Presidente potranno assegnare altre speciali attribuzioni a comitati o commissioni utili alla vita dell’ Associazione.


Nelle adunanze del Consiglio la votazione avviene a maggioranza dei presenti e le deliberazioni sono valide con la presenza di almeno due componenti.


In caso di parita’ di voti prevale quello del Presidente. La convocazione e’ fatta su iniziativa del Presidente o per richiesta di almeno due Consiglieri.


In caso di urgenza il Consiglio puo’ deliberare anche in merito ad argomenti di competenza dell’ Assemblea, con riserva di ratifica da parte della stessa Assemblea. Tale facolta’ e’ estesa anche al Presidente.


Il Presidente puo’ conferire sia ai soci che a terzi procure speciali o ad negozia per determinati atti o categorie di atti.

 

ART.12

L’Associazione chiude l’ esercizio sociale il 31 (trentuno) dicembre di ogni anno, data in cui devono essere redatti l’ inventario ed il bilancio annuale.


ART.13

Entro quattro mesi dalla data di chiusura dell’ esercizio dovra’ essere convocata l’ Assemblea dei soci per l’ approvazione del bilancio.


ART. 14

Il Patrimonio dell’ Associazione e’ costituito: 

• dalle quote sociali di iscrizione nella misura deliberata dal Comitato Esecutivo;

• da quote annuali stabilite periodicamente dal Comitato Esecutivo;

• da ogni bene mobli ed immobile che diverra’ di proprieta’ dell’ Associazione;

• da eventuali fondi di riserva costituiticon le eccedenze dei bilanci;

• da eventuali donazioni, erogazioni, lasciti, contributi e sovvenzioni di qualsiasi natura.


ART. 15

Il Comitato Esecutivo avrà facoltà di emettere un regolamento per l’ attività dell’associazione, ovvero più regolamenti per singoli settori di attività.


Del pari il comitato Esecutivo potrà nominare Comitati coordinati anche da un non Socio per singole discipline, iniziative e attività di cui potranno far parte anche non iscritti.


ART. 16

Altre Associazioni in Italia e all’estero possono adottare la denominazione “Giampiero Arci” purché tra o Soci fondatori sia presente un componente della famiglia Arci o chi per essa con delega notarile. Inoltre le suddette associazioni dovranno adottare lo Statuto della presente Associazione “Giampiero Arci – Società civile” con l’aggiunta del Collegio dei Probiviri e l’ubicazione della zona territoriale su cui svolgerà la propria attività.


Il Socio fondatore della famiglia dovrà, da Statuto, essere il Presidente del Collegio dei Probiviri costituito da due persone di cui il rappresentante della famiglia Arci avrà voto con valenza doppia.


Tale Collegio potrà intervenire, anche con la richiesta di espulsione, per dirimere questioni tra Soci e per tutelare il nome della famiglia in caso di attività o dichiarazioni lesive nei confronti della onorabilità della stessa.

 

ART. 17

L’Assemblea dei soci, qualora lo ritenga opportuno, potrà nominare un collegio di tre revisori contabili che dureranno in carica quanto il Comitato Esecutivo . Al collegio spetterà la vigilanza contabile amministrativa sulla conduzione.


ART.18

Lo scioglimento dell’Associazione e’ deliberato dalla Assemblea con le maggioranze previste dallo articolo 10 del presente Statuto. L’ Assemblea delibererà in ordine alla devoluzione del patrimonio e provvederà alla nomina di uno o più liquidatori.


ART.19

Per quanto non previsto nel presente Statuto valgono le norme di legge in materia.

 

 

F.to  Enrichetta Arci

F.to Roberto Ferrarsi

F.to Maria Rita Lilli

 

 

 

Copyright 2009 © | Associazione Giampiero Arci | Tutti i diritti riservati