Area riservata & Newsletter
Registrati
Dimenticato Password?
L'Associazione
Chi è Giampiero Arci
Chi è
La vita e i progetti
A lui sono dedicati
Hanno detto di lui
L'Associazione
Origini
Costituzione
Statuto
Il perchè esistiamo
Missione
Cosa facciamo
Le Borse di Studio
Lo Sportello del Diritto
Una Finestra sull'Europa
Le Attività Sportive
Le nostre Attività
La Consulenza
Comunicazione
Rassegna Stampa
La Voce dell’Associazione
Eventi
Testimonianze
Dicono di noi
Video
Galleria Fotografica

L'Associazione Chi è Giampiero Arci
Hanno detto di lui

Giampiero Arci letto con gli occhi dei giovani


E’ così che con entusiasmo e bellezza una giovane di 23 anni ha raccontato Giampiero Arci, non avendolo mai conosciuto, se non da ciò che in molti hanno scritto di lui e dalla pagine della rete. E nonostante ciò lo ha tratteggiato perfettamente. Con gli occhi della intelligenza e della speranza verso il futuro, leggendo e riflettendo su ciò che è stato redatto nero su bianco in questi anni, continuato e costruito dall’Associazione Giampiero Arci che porta con impegno il suo nome.


“Il ricordo di Giampiero Arci è stato caratterizzato da una frase condivisa da tutti e vicina al suo sentire per chi, tra tanti, in particolare nella realtà romana, lo conosceva bene ed ha avuto il privilegio di conoscerlo: “La chiave di una vittoria duratura è nella capacità di ascoltare tutti. Un guerriero approfitta di ogni opportunità per imparare”.
Non solo per le sue straordinarie competenze professionali, per il suo fare politica come un gentiluomo, per le sue rare qualità indirizzate all’ascolto di tutti, indistintamente dai colori politici, non solo per la sua lealtà ed onestà intellettuale, ma anche per la sua capacità, che oggi travalica il tempo, di evocare intorno a sé ed ai suoi valori i giovani di domani.
Ed è proprio partendo  dai suoi valori che manteniamo vivo il suo ricordo, primo tra tutti è il valore dell’ amicizia che per Giampiero Arci era  vera e disinteressata,  un tesoro dal valore inestimabile, un dono prezioso, straordinario, che non può fermarsi soltanto ad un “dare per ottenere” altrimenti diventa uno squallido commercio di sentimenti ed emozioni. “La nostra amicizia deve saper essere una nave grande, forte, robusta ed accogliente, capace di resistere a qualunque bufera perché egli non dimentica mai gli amici, dato che il loro sangue si è mescolato con il suo campo di battaglia”: a queste parole, tratte dal suo testo guida”manuale del guerriero della luce” di Paulo Coelho, è stata consegnata l’immagine che di lui rimane nel ricordo di tutti coloro che lo hanno conosciuto.
Un altro valore significativo che ha caratterizzato la vita di Giampiero Arci è la solidarietà, dimostrata più volte, in particolare nella volontà di attuare un’iniziativa di beneficenza per la  costruzione di una scuola in Africa a Kutu, in Congo, con il desiderio di esaudire la richiesta a suo tempo espressagli da Padre Donato, sacerdote della locale Parrocchia, ora missionario in Congo. Solidarietà intesa da Giampiero come il rapporto di fratellanza e di reciproco sostegno che collega gli uomini, consapevoli di appartenere alla stessa società e di avere interessi comuni. In altre parole, solidarietà non significava per lui fare l’elemosina, ma occuparsi del benessere altrui che aiuta a costruire il proprio.
Il Valore della solidarietà è stato manifestato da Giampiero anche in alti modi come: collaborazione, aiuto a chi è in difficoltà, consapevolezza delle emergenze, accorgersi che il mondo non è soltanto nostro ma soprattutto dare una mano. “Il dare è una gioia vera che unisce,  ti porta ad essere insieme, ti ricorda che non sei solo, che puoi condividerla.”
Ma anche il valore della lealtà componente del suo carattere, rispettando particolari valori di correttezza e sincerità anche in situazioni difficili, mantenendo le promesse iniziali e il grado di coerenza tra un comportamento nella pratica e gli ideali a cui si atteneva, attraverso l’ironia riusciva sempre a trovare un filo di dialogo che poi portasse ad una soluzione dei problemi ed attraverso questa sua dote riusciva a rasserenare il clima tra le parti contrapposte, ed è proprio grazie alla sua umanità  che egli ha sempre svolto il ruolo di raccordo tra le parti per un efficace operato politico. Ma soprattutto l’onestà  valore umano di Giampiero, nell’ agire e comunicare in maniera sincera, leale e trasparente, in base ai suoi princìpi morali. Si asteneva   da azioni riprovevoli nei confronti del prossimo, sia in modo assoluto, sia in rapporto alla propria condizione, alla professione che esercitava ed all'ambiente in cui viveva.
E’ iportante riconoscere le qualità di Giampiero, perché questi stessi valori possano consolidarsi nelle vicende umane, politiche, sociali, per costruire ancora nuove proposte di spessore, con le buone maniere di Giampiero, instancabile professionista, politico gentiluomo, profondo stimatore di tutti quei valori legati al bello e all’arte, guerriero dell’attivismo e dell’ ottimismo,  con quella autentica passione per la politica, con quella ironia arguta, con quella dote naturale di essere maestro, con quella simpatia e stima, che attraverso la lealtà, componente principale del suo carattere, insieme alla correttezza e alla sincerità anche in situazioni difficili, mantenendo le promesse iniziali e comportandosi in modo leale e coerente, riusciva a suscitare in tutti anche negli avversari politici.
E’ straordinario che tutti abbiano autenticamente sentito l’esigenza di riconoscere le qualità di Giampiero e le sue buone maniere, atte a gratificare la vita di quanti hanno avuto il privilegio di conoscerlo e di quanti lo ricordano e potranno incontrarlo attraverso  il suo vissuto, con quell’ attitudine innata che aveva prima di tutto di essere un maestro, che ha contribuito a far crescere la città di Roma, grazie ad un impegno sempre rivolto a garantire i diritti di tutti ed in particolare una vita di qualità migliore e sicura alle persone, con quella capacità di guardare alle cose con realismo e concretezza, rispettando sempre le posizioni, anche diverse, di coloro che si hanno di fronte.
Un uomo con tante doti come: il grande talento che lo conduceva a svolgere bene ogni  attività, la profonda competenza professionale che lo ha accompagnato in ogni suo incarico, la straordinaria umanità, la modestia, la carica d’entusiasmo, la generosità che aveva sempre per le persone più bisognose, la tenacia e la instancabile laboriosità.
Ed è così che Giampiero Arci, attraverso istituzioni ed amici, ha illuminato ancora una volta, con grande semplicità, l’eleganza ed i valori che gli erano propri, che lo scomparso avvocato, consigliere regionale amava così tanto, perché ci sono valori che vanno al di là di tutto, per cui vale la pena lottare, persone pulite, genuine che sono tesori preziosi, ne esistono poche di persone così, e quando si ha la fortuna di
incontrarne qualcuna, bisogna mantenerne vivo il ricordo. Noi ragazzi, Siamo felici dei risultati finora conseguiti attraverso l'Associazione a lui dedicata, nata proprio come esigenza da parte di tutti di trovare un punto di raccordo, un luogo culturale, ideale e fisico, per tenere vivi e divulgare i valori di Giampiero. Ed è proprio grazie all'aiuto di chi lo conosceva ed alle attività dell'Associazione, che Giampiero non solo vive ma è divenuto egli stesso formazione poiché oggi alcuni  giovani negli atenei laziali rafforzano le loro competenze grazie anche a master e a borse di studio in Diritto dell'Unione europea dedicate alla sua figura. Speriamo che sempre più numerosi saranno i ragazzi che si formeranno avendo come riferimenti la sua competenza professionale e le sue doti umane”.

 

Copyright 2009 © | Associazione Giampiero Arci | Tutti i diritti riservati